Illuminazione

SERVIZIO DI REDAZIONE PIANI DI ILLUMINAZIONE PER I COMUNI

Illuminazione-dbambiente-padova

Il piano di illuminazione è un documento, previsto dalle Leggi Regionali, di cui i Comuni si devono dotare per diminuire l’inquinamento luminoso e, di conseguenza, i consumi energetici  nel loro territorio.

L’inquinamento luminoso, inteso come qualunque alterazione della quantità naturale di luce presente di notte nell’ambiente esterno e dovuta ad immissione di luce di cui l’uomo abbia responsabilità, ha molti effetti negativi sull’uomo e sull’ambiente tra cui: perdita di interesse per il cielo stellato che è un patrimonio tutelato dall’UNESCO; difficoltà per gli osservatori a svolgere il loro lavoro; mutazione dell’ecosistema di piante e animali per la modifica del ciclo naturale “notte-giorno” e, ultima ma non meno importante, lo spreco di molta energia elettrica utilizzata per illuminare direttamente il cielo e quindi inutile per i servizi utili al cittadino.

 

Il documento in oggetto ha come obbiettivi quelli di:Illuminazione-dbambiente-padova

  • Ridurre sul territorio l’inquinamento luminoso e i consumi energetici da esso derivanti;
  • Realizzare impianti ad alta efficienza, favorendo il risparmio energetico;
  • Ottimizzare gli oneri di gestione relativi agli interventi di manutenzione;
  • Aumentare la sicurezza stradale;
  • Conservare gli equilibri ecologici.

 

I vantaggi che si ricevono da questo studio del territorio sono i seguenti:

  • Riduzione della dispersione del flusso luminoso in aree in cui non era previsto che arrivasse;
  • Controllo dell’illuminazione pubblica e privata per evitare inutili sprechi;
  • Ottimizzazione degli impianti;
  • Utilizzo di impianti equipaggiati di lampade con la più alta efficienza possibile in relazione allo stato della tecnologia, con conseguente diminuzione dei costi di manutenzione.

 

Il piano di illuminazione viene preposto dallo studio, in collaborazione con AstroLight Studio rappresentata dall’Ingegnere Diego Bonata, con la seguente metodologia:

 

1. Inquadramento territoriale

Si descrivono le caratteristiche del territorio comunale riportando alla posizione geografica, le principali caratteristiche morfologiche, ambientali, climatiche, i confini, i centri abitati; si riportano indicazioni sulla popolazione e sul movimento demografico; si descrivono le infrastrutture, il sistema viabilistico, le attività produttive e quelle commerciali, ecc. Si riportano anche cenni storici sul comune. Tali informazioni servono per elaborare aree omogenee sulla base degli strumenti urbanistici locali ed in relazione alla morfologia del territorio, descrivendo gli aspetti climatici prevalenti che possono influenzare la viabilità e la visibilità (pioggia, neve, nebbia) e segnalando le situazioni che potrebbero pregiudicare gli impianti di illuminazione. Si indicano anche eventuali vincoli quali osservatori astronomici, aree protette, aree di particolare valenza per la sicurezza ,ecc.

2. Stato di fatto dell’illuminazione del territorio

Viene svolta un’analisi dettagliata dello stato degli impianti di illuminazione esterna esistenti, effettuando un censimento dei punti luce, in funzione del quale verrà sviluppata una relazione generale sulla situazione illuminotecnica degli stessi nonché sui loro consumi di energia elettrica, corredata da grafici e quadri riassuntivi sulla base delle tipologie dei corpi illuminanti e della loro applicazione nei territori comunali.

3. Programma degli adeguamenti degli impianti esistenti

L’adeguamento degli impianti di illuminazione esterna, pubblici e privati, viene programmata ai sensi e secondo quanto disposto dalla Legge Regionale di riferimento. Vengono inoltre programmati gli interventi prioritari di bonifica che dovranno essere eseguiti secondo i requisiti ed i criteri per la realizzazione dei nuovi impianti, di cui alla Legge Regionale.

4. Programma delle nuove installazioni

Viene elaborata la programmazione degli eventuali nuovi impianti da installare per la valorizzazione del territorio, il miglioramento della qualità della vita, la sicurezza del traffico, delle persone e il risparmio energetico.